Kachapuri, calzone georgiano

Il Kachapuri (pronuncia italiana cacciapuri) è simile al nostro calzone ed è un piatto tipico della cucina georgiana caucasica e diffusissimo in tutti i paesi dell’ex Unione Sovietica. Infatti è un tipo di focaccia sottile farcita con ricotta, formaggio salato e smetana (una panna acida simile al nostro yogurt).
Ci sono molte varianti del kachapuri a secondo della zona e della cuoca, infatti ogni donna ha le sue preferenze e i suoi segreti.
Comunque il segreto principale, di un buon Kachapuri, è quello di farcirlo abbondantemente.

Ingredienti per l’impasto del kachapuri

  • Farina 00: 500 gr.
  • Kefir o latte acido: 200 ml. (nei supermercati Coop ed EuroSpin vendono anche il kefir)
  • Smetana o Yogurt: 100 gr. (all’EuroSpin vendono la panna acida che è lo smetana)
  • Uova: 1
  • Sale: 1 cucchiaino
  • Bicarbonato: mezzo cucchiaino
  • Olio d’oliva extravergine: 3 cucchiai (in Georgia utilizzano l’olio di girasole)

Ingredienti per il ripieno del Kachapuri

  • Formaggio salato di pecora o formaggio Feta o scamorza: 500 gr.
  • Fiocchi di latte o ricotta asciutta: 300 gr.
  • Uova: 1

Ingredienti per il Kachapuri

Preparazione del kachapuri

  1. Setacciare la farina e mescolarla con sale e bicarbonato;
  2. aggiungere il kefir o latte acido, la panna acida o lo yogurt, olio e uovo;
  3. impastare finché si otterrà un impasto morbido ed elastico, avvolgerlo in una pellicola e riporre in frigorifero per 2 ore;
  4. mescolare i fiocchi di latte o ricotta con il formaggio di pecora grattugiato e l’uovo;
  5. prelevare la pasta dal frigorifero e dividerla in quattro sfere, quindi, stenderle sottilmente con il mattarello;
  6. riempire ogni sfoglia con il ripieno, raccogliere i bordi al centro e richiudere i kachapuri incollando bene i bordi e appiattirli;
  7. cuocere in una padella antiaderente, senza olio, 3-4 minuti per lato a fuoco medio;
  8. servire caldi.

Kachapuri, versione georgiana del nostro calzone

Quarto del kachapuri

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *