Cefalo al forno

cefalo al fornoIl cefalo è un pesce dalle carni bianche e tenere, gustoso e molto nutriente. Molto ricco di fosforo, come del resto tutti i pesci in genere, proteine e vitamina B, per le persone anziane costituisce un buon alimento se lessato o al forno,  maggiormente se hanno problemi di aterosclerosi. Il cefalo è un pesce che vive nel mediterraneo lungo i litorali ma non disdegna le acque salmastre allo sbocco dei fiumi e le acque nelle aree dei porti dove si nutre principalmente del pesce che viene scaricato in mare dai pescherecci dopo la pulizia delle reti e la sistemazione del pescato. Il cefalo ha corpo slanciato di colore argento con pancia bianca la varietà più pregiata è quella che ha una piccola macchia gialla-oro ai due lati della testa tra l’apertura delle branchie e gli occhi. Questo alimento è particolarmente indicato per arricchire la vostra tavola nel cenone di fine d’anno.

Ingredienti

1 Cefalo di 1 kg. o più grande
500 gr.patate
1 ciuffo di prezzemolo
4 spicchi di aglio
sale quanto basta
spezie per pesce al forno
olio di oliva extravergine

Preparazione

  • Squamare il cefalo, aprire la pancia senza romperla alla giuntura con la gola, eviscerare e pulire bene avendo cura di rimuovere tutta la sottile pelle nera interna.
  • Mettere nella pancia un ciuffo di prezzemolo, spezie per arrosti di pesce, gli spicchi di aglio e il sale quanto basta, cospargere i due fianchi del cefalo con sale sufficiente per insaporirlo.
  • Lavare e pelare le patate e tagliarle a in quattro spicchi e rimescolarle tutte con un pò di sale.
  • Mettere il cefalo nel piano di cottura del forno dopo averlo unto leggermente per evitare che il pesce e le patate si attacchino al fondo.
  • Cuocere a temperatura tra 180 e 200 gradi per 20 o 30 minuti, ma è controllare di tanto in tanto l’avanzamento della cottura.
  • A cottura ultimata predisporre il cefalo in un piatto di portata ovale, contornato dalle patate e servire in tavola.

Cefalo al forno

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *