La chiave per una sana “dieta vegetariana”, parte 3^

Per proseguire e completare l’esposizione dei consigli dei nutrizionisti della Mayo Clinic per ottenere, attraverso l’alimentazione vegetariana, le giuste quantità di calcio, iodio, ferro, Omega3, proteine, vitamina B12, vitamina D, zinco. Abbiamo precedentemente esposto come poter assumere parte di queste sostanze essenziali per la salute dell’organismo:

  • Le proteine sono essenziali per mantenere sana la pelle, le ossa, i muscoli e gli altri organi. Le uova e i prodotti lattiero-caseari sono ottime fonti di proteine. Nella dieta vegetariana è possibile ottenere le proteine da cibi vegetali sostituti della carne e cioè: soia,ceci, fagioli, lenticchie, noci, semi e cereali integrali, in genere.
  • La vitamina B12 è necessaria per produrre i globuli rossi e prevenire l’anemia. Questa vitamina presente quasi esclusivamente in prodotti di origine animale, per cui è difficile ottenerla con il vegetarianismo. La carenza di vitamina B12 può rimanere a lungo nascosta perché la dieta vegetariana è ricca di acido folico (vitamina B9). In questo modo si maschera la carenza di vitamina B12, fino a quando non insorgono seri problemi. Pertanto è importante considerare integratori vitaminici, cereali vitaminizzati e prodotti di soia.
  • La vitamina D ha un ruolo importante per la salute delle ossa. La vitamina D viene assunta attraverso il latte. Nella dieta vegetariana è possibile ottenere questa vitamina attraverso alcune marche di latte di soia e riso, cereali e margarina. Tuttavia se non si mangiano alimenti arricchiti di vitamina D e non ci si espone sufficientemente, nelle ore idonee, al sole, è necessario ricorrere agli integratori di vitamina D.
  • Lo zinco, è un componente di molti enzimi, svolge un importante ruolo nella scissione cellulare e la formazione di proteine. Come il ferro, anche lo zinco è difficile da ottenere dai prodotti vegetali. Il formaggio è una buona opzione se si mangiano i latticini. Le fonti vegetali per ottenere zinco sono: cereali integrali, prodotti di soia, legumi, noci, e germe di grano.

Con queste ultime quattro sostanze, fondamentali per la buona salute del nostro organismo, si concludono i suggerimenti per ottimizzare la dieta vegetariana.

Come poter ottimizzare la dieta vegetariana

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *