Prodotti Integrali per regolare il colesterolo

Conoscere il tipo di prodotti alimentari che riducono il colesterolo dannoso nelle arterie e in tal modo proteggere il cuore, è molto importante. Non è un segreto che con una dieta equilibrata e sana si può ridurre il colesterolo senza fare uso di farmaci.

Avena, semi di Lino e tutti gli altri prodotti derivati dal grano

  • La farina d’Avena contiene fibre solubili, e riduce le lipoproteine a bassa densità (colesterolo cattivo); inoltre riduce l’assorbimento del colesterolo nell’intestino.
  • Il seme di Lino è ad alto contenuto di fibre e acidi grassi omega3 e aiuta a regolare il livello globale di colesterolo nelle arterie.
  • Tutti i cereali sono una buona fonte di fibre e altre sostanze nutritive che svolgono un ruolo importante per la regolarizzazione della pressione arteriosa e della salute del cuore. Inoltre, gli steroli vegetali presenti nei cereali, legumi e semi, combinandosi con gli acidi grassi omega3 aiutano a ridurre l’accumulo di colesterolo facilitandone una rapida espulsione dall’organismo.

Ma, come utilizzare questi semi, grezzi e non gustosi?
Un modo semplice per aggiungere i cereali integrali nella dieta alimentare è quello di macinarli con un macinino per caffé o con un tritatutto, quindi, miscelarli in yogurt, succo di mela, altri succhi o cereali caldi.

Allo stesso tempo si deve ridurre il consumo di grassi saturi e di grassi trans, questi ultimi sono presenti nei prodotti industriali come, per esempio: biscotti, crackers, dolci, torte, margarina, maionese. Anche tutti i prodotti alimentari, semilavorati e/o precotti, contengono i pericolosi grassi trans.
Questo è particolarmente negativo per i livelli di colesterolo, perché accrescono le lipoproteine a bassa densità (colesterolo LDL o cattivo), e fanno diminuire le lipoproteine ad alta densità (colesterolo HDL o buono).
Per questi motivi è importante inserire nella nostra dieta alimentare i prodotti integrali e limitare al massimo l’assunzione di grassi trans.

Spighe di Grano

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *