Pesce sciabola in pastella

Il pesce sciabola vive nei mari a clima temperato, molto diffuso nel mediterraneo e nei mari italiani. Ha un ottimo sapore e ottime proprietà nutrizionali, fa parte della famiglia del pesce azzurro e come tale possiede tutte le proprietà e sostanze di questi, prima fra tutte: gli acidi grassiomega3“, vera panacea per la salute del nostro organismo.

Le carni sono bianche gustosissime e consistenti.
Tra i tanti modi in cui si può cuocere il pesce sciabola, noi, abbiamo pensato a questa nostra ricetta originale che prevede la frittura dei tranci di questo pesce, dopo averli immersi nella pastella, che abbiamo ideato, con vino bianco e noce moscata.
Ne è scaturito un piatto eccellente e fragrante.

ingredienti per il pesce spada in pastella

  • Pesce sciabola: 1 kg.
  • Uova: 1-2
  • Farina: 100 gr.
  • Vino bianco secco: 100 cl.
  • Noce moscata: metà grattugiata finemente
  • Succo di limone: 1 cucchiaio
  • Sale: q.b.
  • Olio per la frittura: q. b.
ingredienti per il pesce sciabola in pastella

ingredienti per il pesce sciabola in pastella

Preparazione del pesce sciabola in pastella

  1. Pulire e lavare il pesce sciabola, tagliarlo a tranci di circa 10-15 cm.;
  2. asciugare bene i tranci con carta assorbente da cucina;
  3. in un piatto fondo battere le uova con sale q. b. e la noce moscata;
  4. aggiungere la farina, il succo di limone, il vino bianco e miscelare tutto molto bene affinchè non si formino grumi di farina;
  5. riscaldare abbondante olio nella padella, immergere uno ad uno i tranci di pesce nella pastella;
  6. friggere i tranci in padella a fuoco medio e capovolgerli per friggere uniformemente fino a quando risulteranno rosolati;
  7. mettere un paio di fogli di carta assorbente da cucina nel vassoio e adagiarvi i tranci di pesce fritto, in modo da far assorbire l’olio di frittura;
  8. presentare in tavola, nei piatti decorando con foglie di verdure, basilico e fettine di limone.
porzione di pesce sciabola in pastella

porzione di pesce sciabola in pastella

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *