Risotto, nero, agli scampi e vongole

Le carni degli scampi sono tenerissime, dolci, saporite e molto simili a quelle delle aragoste e astici. Abbiamo creato questa ricetta nella quale abbiamo abbinato agli scampi una confezione di vongole surgelate. Abbiamo utilizzato questi prodotti per un favoloso risotto, ottenuto con il “riso nero” che ha ottime proprietà utili per la salute dell’organismo.
La combinazione, di tutti ingredienti utilizzati, ha prodotto un piatto esteticamente bello ed elegante, nonché dal sapore intenso e delicato.

Ingredienti per il risotto, nero, agli scampi e vongole

  • Scampi, freschi o surgelati: 500 gr.
  • Vongole, surgelate: 100 gr.
  • Riso nero: 200 gr.
  • Pomodori, datterini o ciliegine: 250 gr.
  • Concentrato di pomodoro: 1 cucchiaio
  • Aglio: 1-2  spicchi
  • Prezzemolo: 1 ciuffo
  • Vino bianco secco: 100 ml.
  • Olio d’oliva extravergine: 50 ml.

Ingredienti per il Risotto, nero, agli scampi e vongole

Preparazione del risotto, nero, agli scampi e vongole

  1. Lessare il riso fino a quando risulterà abbastanza al dente, cioè, non a cottura completa;
  2. lavare e rimuovere la testa agli scampi, lasciandone qualcuno intero per decorare i piatti;
  3. versare l’olio in una padella, capiente e soffriggere l’aglio (sminuzzato), poi, aggiungere il prezzemolo (sminuzzato);
  4. mettere gli scampi nella padella e friggerli 2 minuti a fuoco medio, mescolando 2-3 volte;
  5. prelevare gli scampi dalla padella, aggiungere il concetrato di pomodoro, soffriggere 1 minuto e aggiungere i pomodori, tagliati in 4 spicchi;
  6. dopo 2 minuti di cottura aggiungere le vongole con la loro acqua presente nella confezione e il vino;
  7. dopo ulteriori 2 minuti aggiungere il riso, cotto in precedenza, gli scampi e mescolare costantemente, cuocendo ancora 2 minuti a fuoco medio;
  8. spegnere il fuoco e preparare le portate, aggiungendo qualche scampo intero come abbellimento e, servire il risotto, caldo.

Risotto, nero, agli scampi e vongole

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *