Salame di Felino

Il salame di Felino normalmente conosciuto con l’appellativo “Salame Felino” è un caratteristico salume prodotto in provincia di Parma, in Emilia Romagna, e più precisamente nella piccola (circa 8000 abitanti) città di Felino nell’appennino parmense. Una caratteristica del salame di Felino è quella di essere prodotto con una bassa quantità di sale (a differenza di tutti gli altri tipi di salame).
Il sale è un ingrediente importante del salame, in quanto ne impedisce la fermentazione durante la stagionatura.

Fetta di saleme di Felino

Fetta di saleme di Felino

Nel salame di Felino è possibile il basso utilizzo di sale perchè la città è situata in una zona che per umidità, temperatura e ventilazione è ideale per produrre ottimi insaccati con basso contenuto di sale di ottima qualità. Esiste anche il museo del salame in questa piccola città del parmense.

Interno del museo del salame di Felino

Interno del museo del salame di Felino

E’ in corso di assegnazione presso l’U.E., per il Salame Felino, il marchio (IGP) Indicazione Geografica Protetta. Per la produzione si usano parti pregiate della carne del maiale, le parti di grasso più consistenti, grani interi di pepe nero, minimo indispensabile di sale, vino bianco secco e, per insaccare, il tratto intestinale gentile del maiale che ha un spessore, delle pareti del budello, leggermete più grosso, il che rende il prodotto morbido, dolce e delicato.

Interno del museo del salame di Felino

Interno del museo del salame di Felino

La stagionatura può essere più o meno lunga, di norma circa tre mesi, questa dipende dalla consistenza più o meno morbida che si vuole ottenere.

Museo attrezzi lavorazione Salame di Felino

Museo attrezzi lavorazione Salame di Felino

Questo salame è ottimo per antipasti e cene fredde a base di salumi e formaggi accompagnate con dell’ottimo Lambrusco, vino rosso locale.

Salame di Felino

Salame di Felino

(Alcune foto e informazioni sono tratte dal sito ufficiale del Comune di Felino, PR)

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *