Grasso di maiale “lardo”

Сало свиноеUltime notizie in merito al grasso di maiale o, lardo, diffuse in rete da importanti portali e riviste di medicina, medici, Laboratori di Ricerca di vari paesi riportano che questo non solo non è dannoso per la salute ma, è utile all’organismo per la presenza in esso di acidi grassi polinsaturi “acido arachidonico” “Omega 6“. Questi acidi grassi sono presenti nel cuore, nel cervello e nei reni di ognuno di noi e per questo abbiamo bisogno di assimilarne ogni giorno, attraverso gli alimenti per il buon funzionamento di questi organi. Per mezzo di essi si attua una pulizia delle nostre arterie eliminando gli accumuli di colesterolo dissolvendolo e allontanando il rischio di aterosclerosi, inoltre si sviluppa un’azione purificatrice con espulsione delle tossine dal nostro organismo.

A questo scopo sarebbe utile, come usano nei paesi dell’Est Europa, mangiare una fettina, cruda, di lardo o grasso di maiale accompagnandola con uno spicchio d’aglio, anch’esso crudo immettendo così nell’organismo una buona dose di Selenio contenuto sia nel grasso che nell’aglio, che ha la proprietà terapeutica di rafforzare le difese immunitarie.

Il grasso di maiale e ricco in sostanze anticancerogene che hanno la proprietà di avvolgere le cellule cancerogene distruggendole.

Altra presenza importante è quella degli “acidi grassi saturi” indispensabili anch’essi al nostro organismo.

Il grasso naturale è insostituibile per:

  • Rafforzare i polmoni.
  • Purificare il fegato, perchè possiede la proprietà di espellere la bile.
  • Espellere dall’organismo eventuali “radionucleidi” (particelle radioattive) che accidentalmente possiamo immettere dall’atmosfera nell’organismo. (La ricetta ideale: una fettina di lardo, 1 spicchio d’aglio, 1 bicchiere di vino rosso secco).
  • Uccidere vermi e/o parassiti intestinali.

Quando avvertiamo il classico languore allo stomaco, per fame, se mangiamo un paio di pezzetti di lardo circa 20-30 gr. avremo immediatamente la sensazione di sazietà e contemporaneamente gli acidi gastrici verranno neutralizzati eliminando il rischio di gastriti o ulcere.

Logicamente in una dieta dimagrante bisogna moderare il consumo di questi grassi ma non eliminarli.

In Ucraina questo grasso di maiale è l’alimento principale nazionale, infatti ognuno ne mangia giornalmente e la sua popolazione si mantiene in salute né più né meno degli altri paesi, anzi le donne ucraine sono tra le più belle al mondo: fisico magro ben fatto, inoltre in Ucraina non esiste l’epidemia di obesità che affligge le popolazioni degli USA.

In 100 grammi di grasso di maiale vi sono:

640 Kcal.; proteine circa 6%; grasso 67%; vitamina A; gruppo B; E; PP; selenio.

Nota a margine: La quantità consigliata di grasso di maiale o lardo, crudo, da mangiare non dovrebbe superare 100 grammi settimanali per persona.

11 replies
  1. Stefan
    Stefan says:

    Ma il grasso di maiale contiene tanto grasso, come può diminuire il colesterolo:-| mi è difficile credere

  2. Alfredo & Elena
    Alfredo & Elena says:

    Se si mangia il grasso di maiale così come descritto nel testo si ha esattamente l’effetto descritto, ma non più di 20-30 gr. alla volta bisogna mangiarne.

  3. Marco Pesenti
    Marco Pesenti says:

    i grassi saturi farebbero bene?! non è forse vero il contrario, ed è meglio privilegiare quelli polinsaturi o monosaturi?
    quali fonti avete usato?

  4. giuse
    giuse says:

    è ora di sfatare che il grasso del maiale fa male anzi se nutrito con erba crusca ghiande castagne ha un grasso ricco di grassi polinsaturi protettivi del nostro organismo, quindi si può mangiare il prosciutto il salame e la fettina di suino, anzi ci sono vitamine del gruppo b e selenio che difendono il nostro sistema nervoso ed immunitario, poi ha una buona percentuale di proteine 20% pari alle altre carni

  5. Alfredo & Elena
    Alfredo & Elena says:

    Esatto, giuse, logicamente esagerare nei quantitativi fa male, come del resto qualsiasi prodotto se consumato in dosi non appropriate è deleterio per la salute. Quanto abbiamo scritto nell’articolo è stato, da noi, verificato nella realtà. Ci fa piacere il tuo commento, che a dispetto degli scettici e i male informati non fa altro che confermare quanto da noi pubblicato.
    Ciao Alfredo & Elena.

  6. Mirko
    Mirko says:

    Ignoranti…ma come potete scrivere certe castronerie!! Mah?!?! Roba da matti!

  7. Alfredo & Elena
    Alfredo & Elena says:

    Mirko, siamo spiacenti per te che hai così dimostrato di essere di gran lunga più ignorante di noi. Documentati prima di giudicare gli altri e, leggi attentamente e cerca, nel tuo piccolo, di capire quello che leggi. Ma come si dice? “Raglio d’asino al ciel non sale”!!! Alfredo & Elena

  8. Francesca
    Francesca says:

    Scusate se “riesumo” un argomento vecchio di qualche mese ma avrei bisogno di un paio di consigli su come riutilizzare in cucina il grasso del prosciutto crudo, ad esempio per insaporire le verdure, o cose del genere. Qualsiasi “mini-ricetta” è gradita 🙂
    Grazie

  9. Dr.Mari
    Dr.Mari says:

    Non dite stupidaggini. L’articolo è completamente errato dal punto di vista medico-scientifico-nutrizionale. Ogni volta che si mangia del grasso si deve sapere che evitarlo sarebbe molto meglio per la nostra salute, non ci sono eccezioni. Sono laureato in medicina.

  10. Alfredo & Elena
    Alfredo & Elena says:

    Sarai anche laureato in medicina ma le stupidaggini le dici ugualmente, tu, vai a verificare di persona nei paesi del nord Europa ed Ex URSS, principalmente Ucraina e Russia dove il lardo di maiale viene mangiato abitudinariamente tutti i giorni, logicamente in quantità non superiore a 10 gr. al giorno. Poi potrai giudicare se abbiamo scritto delle stupidaggini. Comunque puoi anche documentarti attraverso relazioni su studi e ricerche in merito.

  11. Paola
    Paola says:

    In America Latina è ritornata l’abitudine do cucinare con il grasso di maiale come si faceva un tempo. Diminuiti infarti, malattie cardiovascolari in genere, il latte materno sazia di più. Noi, discendenti di italiani, ci siamo portati l’uso di condire la rúcula con lardo croccante. Mia nonna è durata fino aí 95 senza un grammo di colesterolo. Usi e costumi di guerra. Studi hanno riportato che in proporzione ad oggi, in quell’epoca si era più longevi, si mangiava di meno, con lunghi periodi di digiuno, ma con alimenti forti. Forse vale la pena di ritornare ai vecchi usi e costumi, bere latte che i “moderni” considerano dannoso, mangiare verdura e frutta di stagione, e principalmente non stressarsi…

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *