Kotleti “polpette russe”

котлетыLa carne macinata per le “Kotleti” polpette russe, è migliore e più genuina se preparata in casa. Per questo è bene acquistare carne fresca del collo della bestia, perchè più tenera e saporita. Per ottenere un buon macinato prendere due pezzi, uno di maiale e uno di manzo perchè si completano l’un l’altro non solo per il sapore ma anche per le sostanze utili per la salute in esse contenute e cioè: vitamine, minerali e proteine e l’aggiunta dell’aneto che possiede proprietà sedative e digestive.

Nei paesi dell’ex Unione Sovietica questo un alimento molto utilizzato e che piace molto, per questo motivo in alcune famiglie si usa prepararlo in occasione di feste e averlo in tavola come antipasto freddo insieme ad altri, tipo vegetali, funghi, cetrioli, insalate, pesce affumicato, ecc… A questo alimento si può abbinare la salsa agrodolce Adjika, o altre verdure marinate.

Ingredienti

carne di maiale 500 gr.
carne di manzo 500 gr.
pane ammorbidito nel latte
uova 2
crema di panna 3 cucchiai da tavola
cipolla media 1
aglio 3 spicchi
aneto verde un ciuffo.
pepe nero quanto basta se gradito
sale quanto basta
spezie per carne secondo gradimento
Tre propongono cucchiai di crema.
farina o pangrattato

Preparazione

  • tritare carne, cipolla, algio e aneto nel tritacarne con trafila a fori larghi
  • miscelare il tutto con spezie, sale, pepe
  • aprire le uova e miscelarle con il pane il latte e la crema di panna
  • miscelare molto bene con l’impasto di carne precedente
  • dall’impasto ottenuto preparare le polpette e schiacciarle tipo amburgher
  • rigirarle nella farina o nel pangrattato
  • friggere in una padella dove avrete messo in precedenza a riscaldare l’olio
  • quando schiacciando le kotleti con una forchetta non uscirà più sangue, saranno pronte
  • toglierle dalla padella metterle in un piatto o un vassoio
  • possono essere consumate calde o fredde e accompagnate con ortaggi a piacere.

котлеты

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *