Mela

MelaLa mela (malus domestica) è un frutto di forma tondeggiante e variabile, ha la polpa consistente, biancastra e zuccherina, senza noduli e, non tende a liquefarsi, al mondo ne esistono oltre 1500 varietà. E’ il frutto dell’albero del melo appartenente alla famiglia delle Rosacee, sottofamiglia delle Pomoidee, originario delle regioni a clima temperato di Europa e Asia centrale. Il melo è un albero che sopporta meglio le temperature fredde piuttosto che quelle calde, in Europa la sua coltivazione si estende dall’Italia fino alla Norvegia, la vita media di un melo è di circa 100 anni. La comparsa di questo albero risale alla preistoria e più precisamente all’Età Neolitica. L’Italia ha una vasta produzione di mele che esporta principalmente in Francia, Inghilterra, Germania, Svizzera. La produzione ottimale si ha a intervalli di 2 anni, l’albero predilige terreni fertili con abbastanza acqua.

La maturazione dei frutti si ha nell’ultimo periodo dell’estate fino a gennaio ma, le mele sono reperibili tutto l’anno, in quanto vengono raccolte non ancora mature e poi immagazzinate con processi di conservazione particolari e fatte maturare lentamente. Fino a gennaio, febbraio le mele che acquistiamo sono fresche di raccolta e possiamo tranquillamente conservarle in frigorifero per circa 1 mese.

Con le mele si può ottenere la perfetta maturazione dei cachi con questo procedimento, in un sacchetto di plastica di quelli dei supermercati per trasportare gli acquisti, porre un vassoio tondo, in questo disporre a cerchio i cachi, circa 5 o 6 e, al centro di essi sistemare una mela quindi chiudere il sacchetto legando i manici lasciando all’interno l’aria, per effetto del gas naturale “etilene” che produce la mela dopo circa una settimana i cachi saranno ben maturi, dolci e pronti da mangiare.

Quest’ultima è una delle numerose proprietà della mela ma, non la più importante, perchè questo frutto possiede nella sua polpa e nella sua pelle sostanze altamente terapeutiche indispensabili al benessere del nostro organismo, per questo in Italia esiste il proverbio (una mela al giorno leva il medico di torno); le principali di queste sono:

  • Acidi organici, zucchero, vitamina C, B1, B2, carotene, tannini, pectina, rame, ferro, calcio, magnesio, olio essenziale e altre.
  • Il Polifenolo “procyanidis” contenuto principalmente nella pelle delle mele verdi non ancora mature, ottimo per: il rafforzamento e la crescita dei capelli, il rafforzamento delle unghia, rendere la nostra epidermide più morbida e liscia;
  • La Pectina, fibre e molecole insolubili che attaccano il colesterolo riducendolo nel nostro sangue allontanando così il rischio di ipertensione, di arteriosclerosi e di altre malattie cardiovascolari tra cui la più grave di tutte, l’infarto del miocardio;
  • La Pectina, fibre e molecole solubili che riducono il livello di colesterolo nel fegato e lo decongestionano;
  • I sali minerali che svolgono una prevenzione dall’adiposità in quanto riducono i grassi e stimolano l’eliminazione dei liquidi in eccesso dall’organismo;
  • Ferro e rame prevengono o sono utili nel trattamento dell’anemia;
  • La pelle contiene sostanze antiossidanti che ritardano l’invecchiameno delle cellule e, insieme alla vitamina C ci proteggono dai radicali liberi;
  • La pectina ci protegge anche eliminando dal nostro organismo piombo e arsenico e svolge un’azione normalizzante nei casi di diarrea;
  • altre Fibre che eliminano sostanze dannose dal nostro apparato gastrointestinale riducendo notevolmente le probabilità di cancro dell’intestino crasso;
  • Acidi che stimolano e facilitano la digestione;
  • Sostanze che rafforzano le nostre difese immunitarie; svolgono azione anticoagulante del nostro sangue; riducono il rischio di Ictus cerebrale;

Il consumo di questo frutto è consigliabile fondamentalmente fresco oppure essiccato. Dalla mela si estraggono ottimi succhi, si preparano marmellate e confetture in genere, dalla distillazione si ricava ottimo alcool etilico, in alcune nazioni, usato per la produzione di vino di mela. Esiste anche un proverbio che cita: “se vuoi rimanere giovane mangia mele”.

3 replies
  1. giulia
    giulia says:

    complimenti!! questo è davvero un bellissimo sito!! dovevo fare una ricerca per la scuola sulle mele e qui ho trovato tutto quello che mi serviva!

  2. Alfredo & Elena
    Alfredo & Elena says:

    Ciao Giulia ti ringraziamo per i complimenti, cerchiamo di coltivare nel migliore dei modi questa nostra passione per la cucina e per internet. Ci fa piacere condividere, con i nostri visitatori, le nostre conoscenze e novità gastronomiche e, cerchiamo di documentarci il più possibile per soddisfare persone che come te sono alla ricerca di informazioni gastronomiche. Un cordiale saluto da Alfredo & Elena.

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Adesso questo liquore viene preparato in tutta l’Italia e, con ingredienti e ricette differenti. In questa ricetta pubblichiamo una nostra preparazione casalinga, di questo liquore forte e saporito, ottenuta con i semi delle prugne o, “susine” nere. E’ possibile ottenere l’amaretto anche utilizzando i semi di albicocca o i semi di mele. […]

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *