Melograno, protezione contro il cancro del seno

Molte ricerche del passato avevano dimostrato che il succo di melograno ha alte proprietà di antiossidante ed è un ottimo strumento, terapeutico, aggiuntivo nel trattamento di molte pericolose malattie. Gli scienziati hanno associato queste proprietà, del melograno, all’alta presenza, in esso, di polifenoli.

Nuove ricerche condotte presso il Beckman Research Institute della città di Hope (USA) con i seguenti risultati.
Dopo revisioni e verifiche dei composti ottenuti dal melograno, i ricercatori hanno scoperto che questi composti sono in grado di prevenire la formazione di estrogeni e inibisce in maniera significativa la crescita delle cellule tumorali.
Il melograno è ricco di numerosi composti noti come ellagitannini. In particolare, l’acido ellagico del melograno inibisce l’attività degli enzimi aromatasi, che convertono gli androgeni in estrogeni.
Gli enzimi aromatasi svolgono un ruolo chiave nella carcinogenesi della mammella, di conseguenza, l’acido ellagico blocca lo sviluppo del cancro al seno.

Xuan Chen, Ph. D., Direttore del Department of Tumor Cell Biology (divisione di biologia delle cellule tumorali), e uno dei ricercatori, leader del Programma di Studi del cancro al seno ha affermato che la scoperta è stata una grande sospresa.
In precedenza era stato scoperto che l’uva inibisce gli aromatasi ma non con la stessa efficacia. Le ricerche , comunque, continueranno per scoprire nuove sostanze antiossidanti, naturali.
Alla luce delle recenti scoperte, quindi, è consigliabile a tutti di consumare melograno, uva e/o loro succhi, per proteggersi contro il cancro della mammella e in altri tessuti e organi.
Gli scienziati affermano, anche, che il melograno e il suo succo è, molto utile per la prevenzione e cura dell’endometriosi (presenza anomala del tessuto della parete interna dell’utero).

Nota a margine: L’acido ellagico si trova anche nelle fragole e nei lamponi e inoltre ha anche l’effetto di ringiovanire e rinfrescare la carnagione ed elimina le rughe.

parte edibile del "Melograno"

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *