Pasta alla Norma

Pasta all Norma

La Pasta alla Norma è un piatto tipico siciliano, nato a Catania è un primo piatto che esalta i sapori dei prodotti della terra siciliana. Questo è un cibo adatto per l’estate in quanto quella è la stagione adatta per reperire gli ingredienti chiave – pomodori, melanzane e basilico, che dovranno essere freschi di stagione e non prodotti in serra.
A questo semplice e squisito piatto è stato dato il nome di Pasta alla Norma in onore di Vincenzo bellini celebre musicista compositore di Catania, autore della famosissima opera lirica: la Norma.

Ingredienti per la Pasta alla Norma

  • Cipolle: 1
  • Basilico fresco: un paio di foglie
  • Melanzane: 1-2
  • Olio d’oliva extravergine: q. b. a piacere
  • Sale: q. b.
  • Pepe: a piacere
  • Pomodori maturi, freschi: 500-600 gr.
  • Ricotta salata: 150 gr.
  • Pasta, spaghetti, bavette o trenette: 200 gr. (noi abbiamo utilizzato le trenette)

Preparazione della Pasta alla Norma

  1. Sminuzzare la cipolla, finemente, poi soffriggerla in padella con l’olio d’oliva, finché sarà morbida e quasi trasparente; aggiungere i pomodori, pelati e sminuzzati;
  2. aggiungere un po’ di sale, pepe e lasciare cuocere la salsa a fuoco moderato fino a che risulterà densa, prima di spegnere il fuoco aggiungere il basilico sminuzzato;
  3. tagliare le melanzane trasversalmente e metterle in un colapasta, cospargendo di sale ogni strato;
  4. sistemare qualcosa di pesante sulle melanzane in modo che la pressione faccia fuoriuscire il liquido delle melanzane;
  5. dopo circa 1 ora friggere le fette di melanzane in abbondante olio d’oliva;
  6. quindi, stenderle su carta assorbente per cucina, per far assorbire l’olio in eccesso;
  7. tagliare, ora, le melanzane a filetti e aggiungerle alla salsa di pomodori;
  8. cuocere la pasta in abbondante acqua salata, colarla con il colapasta e metterla nel tegame con la salsa ;
  9. mescolare bene e servire cospargendo ogni piatto con ricotta salata grattugiata.
Pasta alla Norma

Pasta alla Norma

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *