Cannoli rustici con Patate e Mozzarella

Cannoli rustici con Patate e Mozzarella

I Cannoli rustici con Patate e Mozzarella costituiscono un cibo delicato composto da ingredienti caratteristici di tre importanti gastronomie internazionali, italiana, russa e greca.

Della nostra cucina abbiamo utilizzato mozzarella, basilico, origano e olio d’oliva.
Della cucina russa, patate e burro. Della cucina greca la sottile e leggera pasta Fillo.

Questo tipo di cannoli per la loro caratteristica della pasta molto sottile, sono l’ideale per coloro che non amano molta pasta per questo tipo di cibo.

ingredienti per i cannoli rustici con patate e mozzarella

  • Patate medie: 2-3
  • Burro: 50 gr.
  • Mozzarella: 125 gr.
  • Basilico, origano, pepe nero, sale: q. b. a piacere
  • Pasta Fillo: 120-150 gr.
  • Olio d’oliva extravergine: q. b. per spennellare sulla pasta Fillo
  • Uova: 1 ( q. b. per spennellare sui cannoli)
  • Semi di Lino: q. b. da cospargere sui cannoli

Preparazione dei cannoli rustici con patate e mozzarella

  1. Lessare le patate, senza pelarle, fino a cottura;
  2. pelare le patate e schiacciarle mescolando con sale e burro, quindi, lasciare raffreddare;
  3. poi, aggiungere alla purea, raffreddata, la mozzarella tagliata a pezzetti, basilico sminuzzato, origano e pepe, mescolare il tutto;
  4. srotolare la pasta fillo, spennellarla con olio d’oliva extravergine e tagliarla in quadrati di circa 20 cm.;
  5. sistemare l’impasto di patate al centro di ogni quadrato di pasta e arrotolarlo ripiegando i bordi in modo da ottenere dei cannoli chiusi;
  6. sistemare i cannoli su di un foglio di carta forno nella teglia del forno e spennellare la superficie con l’uovo sbattuto, quindi, cospargere con semi di lino;
  7. cuocere, in forno preriscaldato, a 180 gradi per circa 20 minuti, finché i cannoli avranno acquisito un colore dorato.
Cannoli rustici con Patate e Mozzarella

Cannoli rustici con Patate e Mozzarella

Cannoli rustici con Patate e Mozzarella

Cannoli rustici con Patate e Mozzarella

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *