Frittata di uova di quaglia al tartufo nero

Frittata di uova di quaglia al tartufo nero

La frittata di uova di quaglia al tartufo nero anche se sembra semplicissima da preparare necessita di alcune accortezze durante la sua preparazione. Per far riuscire perfettamente la frittata necessita di mescolare bene le uova, bisogna cuocere a fuoco basso e spianarla bene e delicatamente con una spatola finchè non raggiunge la giusta solidità, inoltre, bisogna avere l’accortezza di non farla cuocere troppo.
Questa frittata l’abbiamo preparata mescolando il tartufo nero con le uova di quaglia , il tartufo nero ha un suo sapore unico e accattivante e si coniuga perfettamente con la delicatezza del sapore delle uova di quaglia.
In Francia esiste una simile ricetta denominata Omelette al tartufo, preparata con uova classiche e con l’aggiunta di un pò di panna.

Ingredienti per la frittata di uova di quaglia al tartufo

  • Uova di quaglia: 18
  • Tartufo nero: 40 gr.
  • Burro: 25 gr.
  • Sale: q. b.
  • Pepe: a piacere
Ingredienti per la Frittata di uova di quaglia al tartufo nero

Ingredienti per la Frittata di uova di quaglia al tartufo nero

Ingredienti per la frittata di uova di quaglia al tartufo

  1. Se si dispone di tartufo fresco pulirlo e sciacquarlo ad acqua corrente e sminuzzarlo. Noi abbiamo utilizzato tartufo nero, affettato, in barattoli in olio d’oliva;
  2. aprire le uova e in una ciotola mescolarle (sbatterle) bene con una forchetta, delicatamente;
  3. aggiungere il tartufo a fettine, sale, pepe e mescolare bene;
  4. fare fondere il burro in una padella, quindi, versare il composto per la frittata;
  5. dopo un minuto a fuoco medio alto, continuare a friggere a fuoco basso altri 2-3 minuti capovolgendo la frittata quando la parte inferiore sarà ben consolidata e colorita, facendo attenzione a non farla rompere;
  6. spegnere il fuoco, tagliare la frittata in tre parti e servire calda.
Frittata di uova di quaglia al tartufo nero

Frittata di uova di quaglia al tartufo nero

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *